Sandro Bisonni news

18/09/2019
Stop agli inceneritori

La legge approvata oggi in Aula stabilisce che la distanza minima degli inceneritori di CSS, rifiuti e fanghi deve essere superiore a 5 Km dai centri abitati...

17/09/2019
Nuovi criteri per l'ubicazione degli impianti di incenerimento

#Bisonninforma

STOP INCENERITORI

La legge approvata oggi in Aula stabilisce che la distanza minima degli inceneritori di CSS, rifiuti e fanghi deve essere superiore a 5 Km dai centri abitati e dalle funzioni sensibili (come ad esempio ospedali e scuole). In questo modo in realtà nei fatti si impedisce la realizzazione di questi impianti, anche per i soggetti privati, perché sarà impossibile trovare in tutto il territorio marchigiano un sito idoneo ad accogliere tali impianti. La legge si applica anche agli impianti in corso di autorizzazione e entra in vigore subito essendone stata dichiarata l'urgenza. Stop agli inceneritori, le Marche non li vogliono.

RIFIUTI - La proposta di legge, sottoscritta dal consigliere Bisonni, stabilisce una distanza minima di cinque chilometri in linea d’aria da zone residenziali e funzioni sensibili, come ospedali e scuole

15/09/2019

APPELLO PER IL RICONOSCIMENTO DELLO STATO DI EMERGENZA CLIMATICA
Martedì prossimo l'Aula assembleare delle Marche voterà la mozione da me presentata per il riconoscimento dello stato di emergenza climatica nelle Marche. Nell’atto viene proposta in primo luogo la dichiarazione dello stato di emergenza ed il riconoscimento dell’urgenza di una risposta globale. Tra gli impegni, figurano l’accelerazione della transizione energetica per ridurre le emissioni di anidride carbonica in tutti i settori produttivi e la progettazione, nonché il finanziamento, di un piano di sensibilizzazione ecologica. Per contrastare l’emergenza climatica, pongo al centro dell’attenzione alcuni principi che riguardano: la “giustizia” climatica, vale a dire che i costi di transizione non devono gravare sulle fasce più deboli della popolazione; la “democrazia partecipativa”, con il coinvolgimento da parte della Regione delle associazioni ambientaliste attraverso un tavolo di confronto a cadenza periodica e la “trasparenza”, che presuppone la pubblicazione di rapporti sui progressi registrati in relazione alla riduzione delle emissioni e nella risoluzione delle criticità ambientali. Faccio una appello a tutte le forze politiche affinché approvino la mozione e riconoscano lo stato di emergenza climatica. #incrociamoledita

06/09/2019
Il consigliere regionale Sandro Bisonni entra nella Federazione dei Verdi -

#Bisonninforma Una scelta coerente con i miei principi e il mio impegno costante verso la tutela dell’ambiente e degli animali. I Verdi si contraddistinguono per le battaglie in tema di equità sociale, di libertà civili, politiche e religiose e per la lotta ad ogni forma di razzismo e discriminazione, tutti valori in cui mi riconosco pienamente. Abbiamo bisogno di nuove energie e nuove competenze per dare vita insieme ad un nuovo progetto nelle Marche. Invito pertanto tutti gli ambientalisti, gli animalisti, e tutti coloro che si riconoscono nei valori dei Verdi che sono rimasti delusi dagli altri partiti a contattarmi ed unirsi a noi.

Elena Grandi e Gianluca Carrabs esprimono la loro soddisfazione nell’accogliere all’interno dei Verdi il Consigliere Regionale Sandro Bisonni,

04/09/2019
Tolentino, caso "Don Bosco", Bisonni: "Certificato il fallimento della giunta Pezzanesi" - Picchio News - Il giornale tra la gente per la gente

Duro l'intervento del Consigliere regionale Sandro Bisonni sulla vicenda della delocalizzazione dell''istituto scolastico Don Bosco a Tol...

29/08/2019
Sospensione della preapertura della caccia, Bisonni: "Non si facciano forzature su questo tema" - Picchio News - Il giornale tra la gente per la gente

#bisonninforma Già lo scorso anno il Consiglio di Stato e il TAR Marche avevano contestato l'operato della Giunta regionale in tema di caccia e ben due leggi regionali furono impugnate dal Governo, ora questa nuova sentenza del TAR conferma per l'ennesima volta che le politiche della Giunta in tema di caccia non sono rispettose delle norme. In molte occasioni in Aula avevo avvertito l'assessore Pieroni e la Giunta e spesso li ho invitati a mutare il loro atteggiamento aprendosi al dialogo e al confronto con le associazioni ambientaliste e soprattutto invitandoli ad attenersi alle indicazioni normative e dell'ISPRA; tutto inutile sono andati avanti senza ascoltare. Quello che appare più grave in questa vicenda è che si sta procedendo, contro la recente sentenza del TAR per riaprire la caccia già a partire dalle prossime giornate. https://picchionews.it/politica/sospensione-della-preapertura-della-caccia-bisonni-le-politiche-della-giunta-sul-tema-non-rispettano-le-norme

Il TAR delle Marche ancora una volta ha dato ragione alle associazioni ambientaliste che hanno presentato ricorso contro il calendario ve...

08/08/2019

#Bisonninforma Ultimo approfondimento della legge sul divieto di alcuni prodotti in plastica.

LA REGIONE VIGILERA'

A partire dal 2020 ogni anno sarà realizzato un report contenente almeno le seguenti informazioni:

• la percentuale del rifiuto compostabile sul totale del rifiuto prodotto
• la quantità della frazione di sopravaglio rispetto al totale del rifiuto indifferenziato avviato al trattamento meccanico biologico (T.M.B.)
• il numero degli enti che hanno provveduto agli adempimenti di legge
• gli interventi e le azioni realizzati specificandone i tempi di attuazione
• i risultati conseguiti rispetto agli indicatori di risultato
• in che misura la Regione ha finanziato i singoli interventi e in che modo tali risorse risultano distribuite sul territorio regionale
• le eventuali criticità riscontrate nell'attuazione della legge e le proposte per superarle

La legge entrerà in vigore a partire da novembre 2019 ma per le scorte ci sarà tempo sino al 31 marzo 2020 per poterle utilizzare.

Buon plastic free a tutti.

https://www.consiglio.marche.it/banche_dati_e_documentazione/iter_degli_atti/pdl/scheda9.php?id=1834

06/08/2019
STOP ALLA PLASTICA MONOUSO

Conferenza stampa di oggi per illustrare cosa cambia nelle Marche dopo l'approvazione all'unanimità della legge contro l'uso dei prodotti in plastica monouso di cui sono l'estensore.

06/08/2019

#Bisonninforma Penultimo approfondimento della legge contro l'uso dei prodotti in plastica monouso.

NON SOLO DIVIETI

La legge promuove e finanzia:

- progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzati a sostituire i prodotti di plastica con materiali biodegradabili o compostabili diversi dalle bioplastiche
- l'adozione da parte dei soggetti pubblici di attività dirette a conseguire una riduzione del consumo dei prodotti di plastica monouso
- la riduzione dell'utilizzo dei prodotti di plastica non monouso
sistemi di cauzione-rimborso (vuoto a rendere)
- l'acquisto di prodotti e macchinari per la sostituzione dei prodotti vietati
- campagne di informazione verso i soggetti che devono rispettare i divieti,

I fondi per il 2020 sono pari a 110.000 euro (10.000 dedicati alle campagne informative), ma i comuni potranno fare sanzioni e il ricavato per il 30% dovrà essere obbligatoriamente destinato alla copertura degli oneri per attuare le disposizioni di legge. Per i successivi anni si provvederà con fondi regionali individuati nel bilancio.

Le sanzioni varieranno:

per i cittadini da 60 a 300 euro
per i soggetti pubblici e economici da 300 a euro 1.500,00 euro

La Regione ogni anno realizzerà un programma di attuazione della legge che conterrà:

- le azioni da finanziare
- i criteri e le modalità di erogazione dei finanziamenti
- gli indicatori di risultato

« 1 of 12 »
Posted by | View Post | View Group

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *