CHIUSURA PUNTI NASCITA

In base all’Accordo Stato-Regioni del 16 Dicembre 2010 sono stati introdotti i principi in basi ai quali ridurre il numero dei punti nascita. In particolare tale accordo prevede di mantenere i soli punti nascita con un numero di parti superiore a 1000 per anno. Tali principi sono già stati recepiti dalla giunta (DGR n.1088 del 25 Luglio 2011 e successivamente con DGR n.1345 del 30 Settembre 2013) con la chiusura dei punti nascita con meno di 500 parti e con una riduzione graduale di quelli con meno di 1000 parti.
Il Ministro della Salute, On. Beatrice Lorenzin, ha firmato l’11 Novembre 2015 un Decreto che consente di mantenere in attività i punti nascita delle aree montane e disagiate che non raggiungono il tetto dei 500 parti annui, in deroga a quanto previsto dall’Accordo Stato-Regioni del 16 Dicembre 2010.