RETI CLINICHE OSPEDALIERE

Le reti cliniche ospedaliere prevedono strutture centrali ad alta specializzazione (chiamate hub) e strutture periferiche (chiamate spoke) che possono inviare alle prime i casi più complessi.
Agli ospedali costitutivi della rete, che hanno il compito di assicurare l’assistenza ospedaliera per acuti, vanno aggiunti i servizi territoriali e, qualora necessari, gli istituti integrativi della rete dedicati all’assistenza dei post acuti e all’assistenza riabilitativa estensiva.

I percorsi diagnostico-terapeuti assistenziali si inseriscono all’interno di questi network tra più Aziende sanitarie: una soluzione che va incontro non solo alle esigenze dei pazienti, ma anche dei professionisti e di tutto il sistema, permettendo una gestione appropriata e quindi un impiego efficiente delle risorse.

Le reti cliniche vengono suddivise in funzione della patologia:

  • rete infarto
  • rete ictus
  • rete traumatologica
  • rete neonatologica e punti nascita
  • rete medicine specialistiche
  • rete oncologica
  • rete pediatrica
  • rete trapiantologica
  • rete terapia del dolore
  • rete malattie rare