Oggi alle ore 19:00 diretta facebook con la co-portavoce regionale dei Verdi - Europa Verde del Piemonte, Tiziana Mossa.
Condividiamo le esperienze, moltiplichiamo i risultati.
Da non perdere.

Facebook photo

Auguriamoci che la Pasqua 2021 sia la vera occasione di rinascita e ritorno alla normalità. Serena Pasqua a tutti.

Facebook photo

Nel 2019 feci un interrogazione a riguardo...
https://picchionews.it/politica/servizio-di-pensione-completa-per-i-terremotati-bisonni-hotel-velus-in-regola

Siamo tutti presi dall'emergenza Covid, ma la madre di tutte le emergenze incombe su di noi e non va mai dimenticato perché dobbiamo agire... in fretta.

Facebook photo

Nel frattempo in Germania i Verdi conquistano il Baden Wutterberg.

Facebook photo

Grazie mille a Giusi e a tutta la redazione di Multiradio per lo spazio che ci ha concesso.

Il Presidente Mattarella aspetta il suo turno per la vaccinazione, fa la fila come ogni cittadino, senza privilegio alcuno. La normalità che non dovrebbe suscitare clamore ma che invece, di questi tempi, rappresenta un esempio.

Facebook photo

La giornata dedicata alla donna ci faccia riflettere sulla violenza di genere.
Firmiamo convintamente questa petizione.

Rossella Muroni , Alessandro Fusacchia e Lorenzo Fioramonti entrano nei Verdi. Una notizia che ci fa ben sperare, i Verdi tornano in Parlamento. I Verdi sono il futuro.

Facebook photo

Tolentino, speriamo presto, avrà un nuova struttura sanitaria (sbagliato chiamarla ospedale), molto bene di sicuro una buona notizia.
Però ricordo solo che questa struttura sarà realizzata perché la precedente amministrazione regionale l'ha voluta, finanziata e avviata nelle prime fasi progettuali.
La nuova giunta regionale sta dando continuità a quanto già avviato in precedenza e sinceramente non credo che potesse fare diversamente.
Quindi attenzione a prendersi meriti del lavoro fatto da altri.
Tutto qui, per il resto bene e si proceda velocemente senza perdere tempo.

Pezzanesi sospenda ogni attività sul forno crematorio!

LA FARSA DEL M5S - parte seconda

Il M5S per difendere la poltrona agli esteri di Di Maio rinuncia al Ministero della transizione ecologica da loro stessi proposto (a cui avevano tra l'altro detto no per ben due volte quando a proporlo era Lorenzo Fioramonti sia nel Conte 1 che nel Conte 2) a DIMOSTRAZIONE che quel ministero al M5S non ha mai interessato ma che è servito solo per far digerire alla base del M5S l'orgia politica a sostegno del governo Draghi utile a garantire il Ministero a Di Maio.

🔴🔴🔴 L'ENNESIMA FARSA DEL MOVIMENTO 5S - NOT IN GREENS NAME

Grillo ha chiesto a Draghi l'istituzione del Ministero per la transizione ecologica. Una notizia del genere, a me che sono un'ambientalista, farebbe di certo piacere se non fosse...

Se non fosse che a questo Ministero il m5s ha già detto no.
Fu infatti l'ex Ministro Lorenzo Fioramonti a proporre nel governo Conte 1 l'istituzione di tale Ministero, proposta da lui ripetuta nella preparazione al Conte 2.
Fioramonti fu quasi sbeffeggiato per questa richiesta e fu proprio il suo ex partito il 5s a respingere tale proposta, gli risposero che non l'avrebbero fatto perché non era tra le loro priorità.

Allora viene da chiedersi come mai oggi propongono un Ministero per la transizione ecologica non avendolo fatto nei due governi a guida 5S.
La risposta è piuttosto semplice, si tratta dell'ennesima trovata per far digerire alla base del 5s il governo Draghi.
Non a caso la votazione (per quanto farlocca) è stata rinviata perché la base sarebbe mediamente contraria al Governo Draghi.
Ma i parlamentari a 5s sono super attaccati alle loro poltrone e di tornare a vendere bibite non va a nessuno, allora?

Allora basta una scusa qualsiasi, un po' di zucchero per addolcire la pillola, dire che che Draghi prenderà in considerazione il Ministero per la transizione energetica o struttura simile da affidare a un grillino, o rilanciare il tema tanto caro dell'acqua pubblica, o qualsiasi altra bella idea da sventolare come specchietto per le allodole ecc per assicurarsi che gli attivisti votino a favore, poi nel futuro si vedrà, si farà sempre in tempo a fare l'esatto opposto (e di queste contraddizioni il 5S ne è pieno).

Ecco per tutto quanto sopra, faccio mie le parole di Alexandra Geese, eurodeputata dei Verdi Tedeschi che ha scritto insieme a Rossella Muroni la seguente lettera:

“Caro Beppe Grillo,
abbiamo letto della sua intenzione di fare dei 5 stelle un partito come i Verdi Tedeschi. Le scriviamo per dirle che non è possibile per alcuni semplici ma basilari motivi.
Quella dei Verdi tedeschi è una cultura politica “completa” che tiene insieme diritti umani e rispetto della natura, nuova industria e sviluppo dell’agricoltura biologica.
Soprattutto è una cultura ambiziosa e coraggiosa che vuole cambiare il mondo, che non si spaventa di scegliere sulla base delle evidenze scientifiche assumendosi la responsabilità di governare senza inseguire il facile consenso del momento.
I Verdi tedeschi non direbbero mai no al Tap perché distrugge gli ulivi ma dimostrerebbero che fare dell’Italia un hub europeo del gas inchioda il nostro sistema energetico al 900.
A Taranto i Verdi tedeschi non avrebbero mai proposto di realizzare un parco giochi al posto dell’Ilva ma avrebbero messo in campo un solido progetto di riconversione economica.
I Verdi tedeschi hanno una solida cultura femminista e tutti i loro organismi decisionali, pubblici e trasparenti, sono paritari tra i generi.
Se un esponente dei Verdi tedeschi si fosse permesso di aizzare orde di maschilisti violenti contro un’avversaria politica, come lei ha fatto per esempio con l’allora presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini, sarebbe stato espulso e denunciato per istigazione alla violenza.
Per i Verdi la casa europea è un asse identitario e mai si sono sognati di uscire dall’euro, continuando ad impegnarsi per una Europa riformata e più solidale.
Definire le Ong che salvano vite in mare “taxi del mare” o firmare i decreti sicurezza sarebbe inimmaginabile e criminale per un verde tedesco: non si voltano le spalle ai migranti e a chi muore in mare. Soprattutto un verde tedesco non starebbe mai due anni e mezzo al governo senza tagliare i sussidi ai fossili o senza realizzare infrastrutture ed impianti necessari all’economia circolare e alla mobilità sostenibile.
No caro Beppe Grillo non può usare i verdi tedeschi per trasformare il suo movimento cercando di rubare la altrui identità banalizzandola e di fatto non conoscendola.
Le auguriamo buona fortuna e speriamo davvero che lei riesca a portare il suo partito fuori dalle secche del populismo ma per favore not in Greens name!”

Facebook photo

INCREDIBILE MA VERO

La Regione promuove la vaccinazione degli over 80, bene.

In fondo a questa comunicazione si legge:” Le persone che non sono in grado di deambulare o di essere accompagnate potranno prenotarsi nei prossimi giorni con un sistema che si sta approntando. In questo caso la vaccinazione sarà eseguita dall'Asur mediante i MMG ovvero dalle altre strutture territoriali ADI, ecc.ecc”

Quindi la Regione intende avvalersi della collaborazione dei MMG (Medici di Medicina Generale) ossia i Medici di famiglia.
Ora mi giungono alcune segnalazioni da parte di diversi MMG che sostengono di non essere stati preventivamente informati dall'Asur ma di aver appreso la notizia da fonti terze.

E' chiaro che un servizio del genere possa essere oggetto di trattativa sindacale e in ogni caso sarebbe stato opportuno quanto meno avvisare prima i MMG di cosa si stava mettendo in piedi a loro insaputa.
Ora sono sicuro che i MMG non si tireranno indietro e mostreranno, come sempre hanno fatto, grandissima responsabilità e senso del dovere.

Detto questo quello che va stigmatizzato è questo modo autoritario di procedere da parte della Regione che impone senza coinvolgere, e va bene (anzi malissimo) che c'è qualcuno che si lancia nelle lodi dell'operato di Mussolini, ma per fortuna siamo ancora in democrazia, e ci vorremmo restare.

Ringrazio anticipatamente tutti i MMG che presteranno la loro professionalità ponendola al servizio della Comunità marchigiana.

Facebook photo

Un sincero ringraziamento all'ex Presidente Luca Ceriscioli, unica persona che a quel tempo fu disponibile ad ascoltarmi, il resto è noto.

👉👉👉 Acquaroli raccoglie il frutti della legislatura precedente.

In merito al nuovo tracciato meno impattante, ora tutti ne lodano i vantaggi ma al tempo ero l'unico a dire che il tracciato progettato e approvato da tutti (Comuni, Provincia e Regione) non andava bene e a battermi (subendo anche forti critiche) per una alternativa.

Alla fine, quanto da me sostenuto non solo non era sbagliato, ma permise una revisione da parte della Regione che portò ad analizzare un tracciato alternativo, più economico, più funzionale e meno impattante.
Ho sempre ragionato per il bene della Comunità e del territorio a differenza di altri che mirano al consenso politico.

Ma come si dice, tutto e bene ciò che finisce bene.

Come fa un governatore di una Regione a sbagliare una comunicazione così importante?
Può capitare? Certo al barista sotto casa, può capitare (con il massimo rispetto per i baristi).
La superficialità dimostrata in questa semplice vicenda ci dovrebbe far riflettere molto sul metodo con cui Acquaroli tratta e gestiste le questioni.
Completamente inadeguato al ruolo!

Facebook photo

🔴🔴🔴 SENZA VERGOGNA
Ecco qua, vietato chiedere, vietato fare domande, vietato chiedere chiarezza.

Pezzanesi si spinge a dire: "Se si aprono fascicoli, bisogna aprirli in tutta Italia" (ma dico io vuole anche insegnare il mestiere alla Procura?) e poi: "Se qualcuno vuole portare al patibolo determinate persone faccia pure, ma ci deve dimostrare la loro colpa".

Caro Pezzanesi ma come ti permetti?
Nessuno vuol portare al patibolo alcuno, ma fare chiarezza su quello che è avvenuto e dare risposte ai familiari delle persone contagiate è un dovere che tu, come autorità sanitaria locale, dovresti sentire prima degli altri, al contrario di quello che affermi.
E sia chiaro che la Procura fa semplicemente il suo lavoro, ha aperto un fascicolo semplicemente perché è un atto dovuto.
Di fronte ad una situazione così drammatica, invece di fornire risposte, i tuoi continui attacchi assumono una gravità particolare.

Vergogna!

SARANNO I FUMI DELL'IDROSSICLOROCHINA?

Questo Assessore che indossa la mascherina a papera e che, un giorno si e l'altro pure, produce perle di saggezza, inizia a suscitare in me un sentimento di pena e di simpatia allo stesso tempo.
Dopo la sparata delle cure all'idrossiclorochina, oggi il nostro laureato in giurisprudenza, se n'è uscito con un'altra delle sue: vaccini made in Marche e immunità di gregge entro maggio.

Un interessante punto di vista, il suo, visto che i vaccini prodotti dalle principali case farmaceutiche, Pfizer compresa, al di là del sito di produzione, sono distribuiti in base a contratti e accordi internazionali e quindi, anche se gli stabilimenti marchigiani fossero a sua disposizione, questo non cambierebbe nulla in merito alla loro distribuzione (immaginiamo per un attimo cosa accadrebbe se Pfizer invece di distribuire, che ne so, alla Francia, decidesse che i vaccini prodotti nelle Marche debbano essere distribuiti nelle Marche).

A questo, il nostro amico, aggiunge la personale rassicurazione che le Marche arriveranno alla immunità di gregge entro il prossimo maggio. Peccato che le Marche non sono un' isola e le principali organizzazioni sanitarie mondiali concordano nel ritenere un grandissimo successo se si arrivasse all'immunità di gregge entro novembre, obiettivo auspicabile anche se difficile da raggiungere, ma evidentemente le competenze medico scientifiche del nostro amico sono superiori a quelle dell'OMS.

Se non fosse per la drammaticità degli eventi, con numerosissime persone contagiate, malate e morte, ci sarebbe da farsi una risata per l'ennesima sparata del nostro amicone, invece la situazione meriterebbe serietà, rispetto e soprattutto competenza.
I marchigiani meriterebbero di non essere presi in giro da raccomandazioni prive di fondamento e un Assessore regionale alla Sanità dovrebbe rendersene conto; ma questo è.

Facebook photo

A BRUXELLES GLI EUROPANS GREENS AL FIANCO DEI MARCHIGIANI

La battaglia contro il forno crematorio di Tolentino giunge fino a Bruxelles.
Voglio esprimere un sincero ringraziamento all'europarlamentare Rosa D'Amato del gruppo dei Verdi Europei, alla quale ho illustrato la catastrofe che incombe sulla nostra piccola Comunità e la situazione in generale delle Marche, per aver immediatamente preso a cuore la situazione e aver depositato una specifica interrogazione sulla situazione della regolamentazione del settore nelle Marche.

Questa interrogazione è l'occasione per rivolgere un appello accorato al Presidente Acquaroli affinché le Marche si dotino del Piano di coordinamento, previsto per legge e mai realizzato, affinché questo tipo di impianti, così altamente inquinanti e pericolosi per la salute, siano regolamentati al più presto.

https://www.viveremacerata.it/2021/01/25/forno-crematorio-a-tolentino-se-ne-discuter-anche-a-bruxelles-bisonni-speriamo-che-qualcuno-si-ravveda/891348

Facebook photo

Da consigliere regionale per primo mi sono battuto fortemente per evitare il primo tracciato proposto dal leghista Zura e inizialmente sostenuto da Pezzanesi e Piermattei. Evidenziai subito le gravi criticità relativamente agli impatti ambientali, ai costi e alla minore funzionalità. Dissi subito che erano possibili tracciati alternativi migliori. Questa mia presa di posizione mi costo' numerose critiche ma oggi a distanza di tempo finalmente mi si dà ragione. Finalmente una giusta scelta che guarda al bene del territorio e della nostra Comunità, il tempo è sempre galantuomo. Ora avanti con decisione.

Facebook photo

Biden nel primo giorno della sua Presidenza dispone il rientro degli USA nell'organizzazione mondiale della sanità e negli accordi di Parigi; blocca il muro con il Messico e fa partire molte altre importanti azioni. Non male per essere al primo giorno di scuola.

👉👉👉 SE QUESTO E' UN SINDACO...

Mi addolora trovarmi a replicare, mio malgrado, alle arroganti e maleducate affermazioni di Pezzanesi.
Si potrebbe tacere e scegliere la strada del politically correct ma questo non porterà mai a trovare le risposte e le soluzioni necessarie ad evitare l'ulteriore dilagarsi del contagio che potrebbe colpire chiunque.
Al contrario, chi ha la tempra, deve sollevare la questione non per alimentare polemiche ma perché tacere o voltare lo sguardo altrove è complice oltre che ingiusto e irrispettoso nei confronti delle persone che si sono contagiate e delle loro famiglie.

Queste persone meritano risposte! La Comunità soluzioni.

Unica consolazione è che presto, molto presto, tutto questo finirà quando il ragionier Pezzanesi tornerà alla sua brillante carriera lavorativa, con buona pace di tutti noi.

🔴🔴🔴🔴🔴 FOCOLAIO COVID PRESSO LA RSA DI TOLENTINO

Di questi giorni le notizie terribili e drammatiche che alcuni nonnini ospiti della RSA di Tolentino, che avevano contratto il Covid, sono deceduti.

Mi domando se un Sindaco in quanto massima Autorità della sanità pubblica di una città, più che autolodare i propri interventi tardivi e fare richieste postume, capace solo di offendere tutti gli avversari politici e tagliare nastri di scatoloni vuoti, debba invece prevedere e fare prima e non solo poi concentrandosi verso i cittadini e le questioni cogenti e concrete.

Sarei curioso di sapere, a livello regionale, cosa ha fatto la Conferenza dei Sindaci prevista dalle norme regionali per contenere questi fenomeni e, a livello locale, cosa la Commissione Sanità presieduta da Giuliano Bianchini, ha programmato e messo in atto. Sappia il Sindaco che questa volta non basteranno le sue proverbiali pacche sulle spalle perché queste domande meritano delle risposte, non tanto al sottoscritto ma a tutti i degenti e operatori sanitari che si sono contagiati.

Sentite condoglianze alle famiglie dei nonnini deceduti.

Facebook photo

Questa la situazione Covid di oggi 13.01.2021 nelle Marche Comune per Comune.

Facebook photo

Da Trump a Borsellino con nonchalance, senza passare per il Via. Ma sta bene?

Facebook photo

Le buone leggi non hanno colore politico. Quelle da me promosse sono frutto dell'impegno a vantaggio di tutta la comunità e questo rifinanziamento ne è la prova. Fino a 2000 euro per chi rimuove o smaltisce la compertura contenente amianto.

Proviamo a dimenticarci il 2020 e guardiamo fiduciosi al nuovo anno. Buon anno a tutti!

Facebook photo

Buon Natale a tutti.

Facebook photo

Mentre il mondo parla di Covid, qualcuno ha pensato che si potesse speculare sull'acqua e ha deciso di quotarla in borsa come qualsiasi altra materia prima.
L'acqua potabile è già oro blu, e a causa della crisi climatica in corso lo sarà sempre di più.
Peccato che l'acqua rappresenti un bene essenziale per la vita umana come l'aria.
Nel corso della mia attività consiliare presentai ben due proposte di legge per rendere gratuito a tutti i marchigiani il quantitativo minino vitale di acqua riconosciuto dall'ONU in 50 litri al giorno a persona.
Proposte apprezzate da tutti ma bloccate dall'ARERA (nonostante la stessa ARERA mi abbia fatto più volte i complimenti).
Io continuerò a battermi affinché la gestione dell'acqua rimanga pubblica affinché nessuno pensi di speculare su questo bene essenziale.

Un grave errore non istituire l'area marina protetta, questa giunta è ferma alla preistoria.

Arroganza.
L'arroganza della politica che vorrebbe piegare al propri comodo l'oggettività dettata dalla scienza.
I governatori delle Regioni (tra cui non poteva mancare il nostro) hanno chiesto la revisione dei 21 parametri che determinano il colore di una regione per l'emergenza Covid.
Forse qualche politico si preoccupa maggiormente di allentare le restrizioni per dare spazio all'economia che tutelare la salute delle persone che continuano ad ammalarsi e a morire.
Ha fatto benissimo il Ministro a rispondere che "a decidere saranno i tecnici e i dati oggettivi, non c'è spazio per la discrezionalità politica".
In questa fase emergenziale e drammatica la politica dovrebbe essere molto più umile, ascoltare la scienza e non tentare di farsi le regole a proprio uso e consumo (figuriamoci sostituirsi ai medici, senza averne le conoscenze e le competenze, esprimendosi sulla pericolosità o meno delle mascherine o sull'uso di farmaci non idonei e con pericolose controindicazioni).
Chi lo fa di certo dimostra solo arroganza.

🤬 Ungheria e Polonia bloccano il piano di rilancio economico europeo per superare la crisi sanitaria in corso.
Ecco a cosa porta il sovranismo tanto invocato dalle destre, all'egoismo e all'arroganza, ad un Europa priva di solidarietà, incapace di coordinarsi anche in momenti così delicati.
Della serie quando i sovranisti sono gli altri.
#primagliungheresi

Se si sta facendo adesso evidentemente era posibile farlo anche prima anziché aspettare di far scoppiare tutti gli ospedali delle Marche. L'incompetenza dimostrata non ha confini!

Questo grafico elaborato da Google dimostra che nelle Marche gli spostamenti sono ancora molto elevati, molto lontani dalla situazione di Lock down di marzo scorso e questo aumenta purtroppo le situazioni di potenziali contagio. È quindi molto importante muoversi solo quando ce ne sia la reale e impellente necessità.

Facebook photo

👉👉👉 ZONA ARANCIONE
UNA RESPONSABILITA' POLITICA TUTTA DI QUESTA GIUNTA REGIONALE

Premesso che a causa dell'inerzia di questa Giunta regionale la zona arancione è più che mai adeguata alla gravissima situazione in essere, ma se il cambio di colore davvero dipendesse dagli errori di conteggio e comunicativi che la Regione ha prodotto al Ministero, beh allora la questione sarebbe parimenti grave.

Sarebbe grave per i tanti commercianti, ristoratori, baristi, pasticcieri, ecc, per gli operatori museali e culturali, per tutti coloro che avranno limitazioni negli spostamenti e per quanti vedranno limitata la propria libertà d'azione.

Comunque si voglia girare la questione, caro Governatore, la responsabilità politica della zona arancione è tutta la sua e della sua Giunta che sta dimostrando una enorme incapacità nel gestire questa vicenda e i tanti operatori economici che l'hanno votata forse oggi saranno pentiti di averle dato fiducia.

LE MARCHE ZONA ARANCIONE

Sbaglia solo chi fa, dice un detto, e alcuni pertanto preferiscono non fare.
Ma non è sempre vero soprattutto se si ricoprono cariche di responsabilità, in quel caso il non fare è una colpa grave.

Nelle Marche, la Giunta regionale semplicemente non fa.

Non fa tamponi (o meglio ne fa meno delle altre regioni), non apre totalmente il Covid hospital perché non vuole spostare medici dagli altri ospedali per mantenere le promesse populistiche e demagogiche della campagna elettorale, non trova soluzioni alla situazione sempre più critica, non trova soluzioni alle terapie intensive che hanno superato da molti giorni la soglia di allarme, non si accorge che occorrono azioni tempestive di contrasto, non comprende i dati drammatici che provengono da tutto il territorio e poi si meraviglia che altri al loro posto prendono le decisioni che servono semplicemente a tutelare la vita e la salute delle persone.

Acquaroli come un bambino lamentoso, si meraviglia, cadendo dalle nuvole e si lamenta dei cattivoni che hanno messo le Marche in zona arancione, chissà perché? Forse perché in questo periodo lui semplicemente “non ha fatto”?

Signor Governatore, i marchigiani l'hanno votata per agire non per guardare! La responsabilità di essere passati in zona arancione è tutta sua e del suo non agire.

https://www.youtube.com/watch?v=243GVuYqhu4

😑😑😑 Affidabilità zero!
Già da diversi giorni (vedi post precedenti) sto denunciando puntualmente la perdita di controllo del sistema sanitario da parte della regione Marche (sul numero dei tamponi, sulle terapie intensive, ecc) cose tanto palesi che un occhio minimamente esperto può dedurre senza preconcetti e pregiudizi dalla lettura dei dati. Ne sono stato capace io da casa, e lui che è il Presidente della Regione non riesce a comprendere quale sia la vera situazione tanto da lanciarsi proprio oggi in previsioni immediatamente smentite dal Ministro Speranza? Qui le cose sono due o è un incapace o non dice la verità (o tutte e due insieme). Scegliete voi, comunque come largamente prevedibile siamo diventati (ahimè) zona arancione.

🤬😡🤬 Di queste ore la notizia che l'assessore Latini ha inviato una richiesta per non fare indossare le mascherine ai bambini perché danneggerebbero la loro crescita. Se questa follia fosse attuata si esporrebbero inutilmente i nostri figli a potenziali situazioni di contagio. Personalmente odio la politica quando si sostituisce alla scienza e gli avvocati che si improvvisano medici. Dopo le cure alla idrossiclorochina e questa delle mascherine, cosa proporranno gli avvocati neo medici di questa giunta regionale? E siamo solo all'inizio. Dio ci assista!

👉👉👉 NUOVI OSPEDALI DI PRIMO LIVELLO
(Avvertenza: post lungo...non per tutti)

Il 19 Giugno 2016 è entrato in vigore il DM 70/2015.
Il Decreto è un complesso documento di programmazione sanitaria che introduce una serie di importanti novità per la sanità italiana, a cui le Regioni e le strutture sanitarie dovevano adeguarsi entro il 2016.
Considerando anche quanto espresso nella legge 135/2012 (“Spending Review”) venivano fissati i seguenti parametri:
il numero massimo di posti letto ospedalieri per acuti, considerando sia i presidi pubblici che quelli privati accreditati, è fissato al 3 per mille abitanti;
il tasso di ospedalizzazione in 160 per mille abitanti;
l’indice di occupazione posto letto tra 80% e 90%;
la durata media di degenza inferiore ai 7 giorni
Nel DM vengono definiti tre tipi di presidi ospedalieri:
Presidi ospedalieri di base (bacino di utenza 80.000 – 150.000 abitanti), dotati di Pronto Soccorso e delle seguenti specialità: Medicina interna, Chirurgia generale, Ortopedia, Anestesia e servizi di supporto in rete di guardia attiva e/o in regime di pronta disponibilità sulle 24 ore (h.24) di Radiologia, Laboratorio, Emoteca. Devono essere dotati, inoltre, di letti di “Osservazione Breve Intensiva”.
Presidi ospedalieri di I livello (bacino di utenza 150.000-300.000 abitanti), dotati delle seguenti specialità oltre a quelle presenti nei presidi di base: Ostetricia e Ginecologia (se prevista per numero di parti/anno), Pediatria, Cardiologia con Unità di Terapia Intensiva Cardiologica (U.T.I.C.), Neurologia, Psichiatria, Oncologia, Oculistica, Otorinolaringoiatria, Urologia.
Presidi ospedalieri di II livello (bacino di utenza 600.000-1.200.000 abitanti), dotati di DEA di secondo livello e di strutture che attengono anche alle discipline più complesse.
Il DM nato sotto il governo Renzi, in pratica sulla scia della spending review, impone una serie di parametri molto stretti e dispone tagli alle Regioni che non rispettano tali parametri.
Alla luce di tale DM pertanto, a meno che non si voglia vedere decurtato il prorpio badget sanitario, è impossibile per una Regione disporre in una provincia come Macerata (per fare un esempio) due ospedali di I livello.
Il DM 70/2015 è pertanto il responsabile dei tanti sacrifici che la Regione Marche ha dovuto fare dalla sua applicazione ad oggi.
Il DM è nato sotto il governo Renzi, ma chi critica il DM dovrebbe avere l'onestà intellettuale di riconoscere che nessuno dei governi successivi (Gentiloni, Conte 1 e Conte 2) al di là delle chiacchiere e dello scarica barile nei confronti delle Regioni, ha mai lontanamente pensato di modificare tale DM.
Di questi giorni la notizia che il governo regionale dice no agli ospedali unici.
Un termine improprio e molto infelice (che suggerii inutilmente di cambiare), perché come abbiamo visto sarebbe più corretto parlare di ospedale di I livello.
Per essere chiaro IO SONO STATO SEMPRE FAVOREVOLE AL POTENZIAMENTO DELLE STRUTTURE SANITARIE TERRITORIALI E LO SONO ANCORA, CONVINTAMENTE, ma questo non significa essere contro la costruzione di un nuovo ospedale di I livello, il quale non è in antitesi al rafforzamento delle strutture periferiche ma anzi è a completamento e a supporto delle stesse.
Chi si oppone alla costruzione dei nuovi ospedali di primo livello si dimentica di dire che:
1. gli ospedali esistenti sono strutture realizzate 50 anni fa costruite con criteri antisismici che non rispondono più ai canoni attuali, spesso sono strutture che non possiedono nemmeno la conformità antincendio (a tal proposito feci a suo tempo una interrogazione consiliare che chiarì e definì molto bene la questione).
2. Un ospedale di primo livello ha in sé moltissimi reparti specialistici e pertanto in caso di complicanze il paziente ricoverato in quella struttura avrà la sicurezza di essere in una struttura di eccellenza che lo saprà curare qualsiasi complicazione dovesse insorgere (e come abbiamo detto non si possono avere a causa del DM 70/2015 più strutture di ugual livello sul territorio)
3. I migliori medici preferiscono le migliori strutture e pertanto realizzare tali ospedali significa attrarre (anche da fuori regione) i medici migliori, medici che al contrario non ci pensano minimamente ad andare in strutture periferiche.
Per questi motivi, ritengo di fondamentale importanza la realizzazione dei nuovi ospedali di primo livello, perché questo significa rafforzare il sistema sanitario regionale e non indebolirlo, come la demagogia della destra ci vorrebbe far credere.
Chi vuole buttare all'aria il faticoso lavoro di preparazione alla realizzazione di tali nuove strutture non sta di certo facendo il bene dei marchigiani e per così dire si taglia gli zebedei per dispetto alla moglie.

Facebook photo

🔴🔴🔴 Ieri nelle Marche sono stati effettuati solo 1266 tamponi (contro i 3842 del 6 novembre) a fronte dei quali sono risultate positive 262 persone (20,6% di incidenza). Il 6 novembre i casi erano 697 (incidenza 18,1%). La notizia di un numero minore di tamponi preoccupa perché sappiamo che i tamponi disponibili stanno finendo (se ne è accorto persino Saltamartini) e il numero minore di positivi non ci consola perché l'incidenza sta aumentando e non diminuendo. Meno tamponi significa meno prevenzione. E intanto ieri sono morte altre 10 persone.

Facebook photo

🔴🔴🔴🔴 502 positivi e 7 morti solo ieri non ci permettono di tacere; nelle Marche la situazione sanitaria è fuori controllo. Le terapie intensive sono al 50% Covid (la soglia critica nazionale è al 30%), i posti letto sono occupati al 95% e la sub intensiva è piena a metà. La giunta regionale che continua a non voler spostare i medici per mantenere fede alle promesse demagogiche fatte in campagna elettorale, tiene chiusi 4 moduli del Covid hospital (più di 50 posti di terapia intensiva inutilizzati) però ha pensato di chiedere aiuto alla sanità privata, ma senza i soldi del Mes probabilmente non ci saranno le risorse sufficienti e questo va contro le altrettanto populistiche e demagogiche politiche di Salvini e della Meloni (5 stelle compresi). E intanto la gente muore.

Facebook photo

Trump ha perso.
Il peggior presidente della storia degli Stati Uniti d'America, giustamente non viene riconfermato per il suo secondo mandato dal popolo americano.
Ha perso senza dignità, annunciando brogli prima ancora che iniziassero gli scrutini, con l'arroganza di chi non vuole riconoscere il suo fallimento e dimostrando di non saper accettare le regole democratiche.
Ha perso e finalmente, forse, inizierà una nuova era.
Goodbye.

A Fabriano qualcosa non ha funzionato e speriamo di non dover piangere.

Facebook photo

👉👉👉 DA UN DRAMMA NASCA UNA OPPORTUNITÀ

Il Covid si trasmette maggiormente in presenza di assembramenti.
Il sistema del Trasporto Pubblico Locale in questo senso si è rilevato il vero punto critico, semplicemente perché non si sono mai fatte politiche serie di TPL che prevedano prima di tutto investimenti consistenti tali da rendere efficiente il sistema.
Servono tanti più mezzi pubblici per non essere stipati come sardine e servono mezzi nuovi ed efficienti, più corse, più stazioni e stazioni di interscambio modale, servono più servizi, più software per la gestione e l'accessibilità, servono cioè molti più investimenti.
Una politica intelligente comprenderebbe questa necessità e trasformerebbe un dramma in una opportunità di sostenibilità ed efficienza.
Certo... una politica intelligente.

Facebook photo

Se il buon giorno si vede dal mattino, questo neo assessore all'ambiente di certo non inizia affatto bene insultando gli ambientalisti.
Chieda scusa. [dal Carlino di oggi l'intervista ad Aguzzi]

Facebook photo

🟢🟢🟢 VITTORIA! Renzi 0 - Associazioni 1

Il Tar del Lazio, su ricorso di alcune associazioni ambientaliste, ha ANNULLATO lo "Sbocca Italia" di Renzi nella parte che non prevede l'espletamento di previa V.A.S. statale.
Anche noi come Regione Marche nel 2016 promuovemmo un ricorso al Tar del Lazio contro lo stesso provvedimento.
Per effetto di questa importante sentenza gli inceneritori non potranno essere realizzati senza VAS.
Questo però "sospende" gli effetti del DPCM che dovrebbe essere riscritto.
Ora dobbiamo chiederci se il Ministro Costa che a parole si proclama sempre contro gli inceneritori (ma che ricordo impugnò la legge regionale approvata su mia proposta contro la realizzazione degli inceneritori), vorrà o meno integrare il DPCM per permettere la loro realizzazione o se al contrario lo vorrà lasciare "inapplicabile" o meglio lo eliminerà definitivamente.
Personalmente non confido nell'azione politica del Ministro per il semplice fatto che ha avuto 2 governi per eliminare l'art. 35 dello Sblocca Italia e non lo ha mai fatto, vero è che l'azione portata avanti con estrema determinazione dalle associazioni ambientaliste e il mutato quadro normativo, soprattutto quello dell'economia circolare, rendono davvero difficile continuare a sostenere la possibilità di incenerire i rifiuti.
Complimenti vivissimi a tutti coloro che in questi anni si sono battuti per questo obiettivo e un grazie particolare all'amico Massimo Piras.

Facebook photo

Questi impianti oltre a causare pressioni ambientali importanti preoccupano molto non solo per i potenziali rischi collegati alla salute ma anche per quelli di carattere economico in relazione alle valutazioni immobiliari. Dei rischi collegati alla salute ne parlo domani alle ore 18:00 con la Dott.sa Patrizia Gentilini oncologa ed ematologa di fama internazionale. Non mancare.

Facebook photo

Qualcuno lo scopre con ritardo, qualcun altro è chiamato a passare dalle parole ai fatti.

Questa foto dice tutto.

Facebook photo

Facebook photo

Fatto!

Facebook photo

🔴🔴🔴 La crisi climatica è qui!

Questa slide tratta dalla relazione del Dott. Matteo Gentilucci (che ringrazio per la concessione) ricercatore UNICAM in occasione del convegno sul clima svoltosi a Tolentino qualche tempo fa, mostra la drammaticità degli eventi.

La crisi climatica è qui, nella nostra provincia, oggi.
Dobbiamo subito intraprendere azioni concrete per limitare e contrastare gli effetti del riscaldamento globale.

Il 1° ottobre 2019 la Regione Marche ha approvato con il voto favorevole dei Verdi, PD, Italia Viva, Socialisti e M5S, e con il voto contrario della Lega e il non voto di Fratelli d'Italia, UDC, Forza Italia e Art.1, una mia mozione per riconoscere lo stato di emergenza climatica e una serie di impegni finalizzati al contrasto e alla mitigazione degli effetti di questa crisi.

Sarà importante nella prossima legislatura dare corso a questi impegni, per evitare che le Marche siano travolte da questo dramma.
Con l'impegno di tutti però possiamo fare molto.

https://www.consiglio.marche.it/banche_dati_e_documentazione/atti_di_indirizzo_e_controllo/mozioni/index.php?azione=ricerca&leg=X&numero=508/19

Facebook photo

🟢🟢🟢🟢🟢 I migliori 10 traguardi che ho raggiunto, li ho assemblati in questa foto.

Non ci sarebbero stati senza competenza, passione ed impegno.

In Regione serve un ecologista!

In Regione serve una persona competente che sappia tradurre in leggi e sappia far approvare gli atti che servono al territorio e alla nostra comunità.
Io sono pronto a mettere la mia esperienza, la mia competenza e la mia passione a servizio dei marchigiani.

Sostenetemi e fatemi sostenere.

Sandro Bisonni in Regione, # La competenza al tuo servizio.

Facebook photo

#Bisonninforma
🔴🔴🔴 Crematorio? No grazie!

Procedere in questa direzione senza la benché minima partecipazione democratica, in carenza di informazione e soprattutto senza valide motivazioni, in assenza di pianificazione territoriale e di norme tecniche che stabiliscano standard qualitativi degli impianti e delle bare, è veramente assurdo.

Io, come sempre, mi schiererò a difesa degli interessi collettivi e sarò ancora una volta dalla parte della popolazione per contrastare con tutte le mie energie questa follia.

Il 30 luglio 2019 il Consiglio regionale approvava la mia proposta di legge per vietare l'uso dei prodotti in plastica monouso.
Con questa legge la Regione Marche è diventata la prima Regione d'Italia a dotarsi di una norma che recepisce in anticipo la Direttiva europea sul plastic free.
Ripropongo il video di quella storica giornata.

Un sincero ringraziamento alla amica e co-commissaria dei Verdi Europa Verde della Provincia di Torino, Angela Plaku, e all'amica e co-portavoce regionale dei Verdi Europa Verde del Piemonte, Tiziana Mossa per la vicinanza che hanno voluto pubblicamente esternare al sottoscritto.
Grazie di cuore.

In Regione serve un ecologista!

Facebook photo

Ora a Muccia per sostenere la realizzazione della ciclovia 77 con tantissimi ciclisti per la promozione di un turismo lento a favore dell'entroterra.

Facebook photo

👉👉👉 Amici, ecco il video della mia presentazione.

In soli 3 minuti cerco di illustrare i motivi per cui dovreste votarmi.
Guardatelo e fatemi sapere se vi è piaciuto.

Buona visione.

Facebook photo

Facebook photo

#Bisonninforma
🟢 Nella scorsa legislatura oltre a svolgere il ruolo di Consigliere regionale ho anche ricoperto la carica di Consigliere regionale dei marchigiani all’estero.

Sono stato sempre disponibile all'ascolto e al dialogo e con la collaborazione, la professionalità e l'aiuto dell'amico Franco Nicoletti (che ringrazio pubblicamente per il grande lavoro che svolge) ho cercato di essere vicino alle associazioni che riuniscono i corregionali nel Mondo, nella speranza di essere un loro utile strumento.

Se sarò rieletto fin da subito dichiaro il mio impegno a continuare questa collaborazione affinché tutti facciamo parte di una sola Comunità per la promozione e lo sviluppo della Regione.

❤️ I marchigiani all'estero sono sempre nel mio cuore. ❤️

Facebook photo

#Bisonninforma

🟢🟢🟢 L'onestà e la trasparenza sono da sempre le mie stelle polari.
Pertanto sento il dovere di rendere pubblici questi due certificati.

Il primo quello del casellario giudiziale (dove vengono riportate eventuali condanne civili e penali a carico di una persona) è dovuto anche per legge, per rendere evidente la situazione civile e penale di chi si candida.

Il secondo quello dei carichi pendenti (dove vengono riportati eventuali procedimenti penali in corso e non ancora passati in giudicato) non è un obbligo di legge, ma come dicevo, ritengo corretto mettere alla luce del sole ogni cosa.

Ora ritengo che l'onestà di una persona non basti da sola a definire il candidato ideale, ma la ritengo una condizione preliminare necessaria e indispensabile affinché una persona sia legittimata a candidarsi.

Se all'onestà aggiungi una forte competenza e un'impegno costante, allora sai già per chi devi votare. 😁

Sandro Bisonni
# La competenza al tuo servizio

Facebook photo

Questa mattina in Ancona abbiamo ufficialmente presentato la lista regionale Rinasci Marche. Una bella squadra affiatata.
Via...si parte!

Facebook photo

ELEZIONI REGIONE MARCHE 2020 - CI SONO!

QUESTO SONO IO

Sono nato a San Severino Marche e vivo a Tolentino con mia moglie Sonia, 3 figli: Stefano, Francesco e Diego.
Ho svolto come libero professionista l’attività di ingegnere, Esperto in Gestione dell'Energia certificato ACCREDIA e ho insegnato presso l'Istituto professionale “Renzo Frau” di Tolentino.

Qui trovi il mio curriculum vitae: https://drive.google.com/file/d/124HxuOs2Js_Q4nZgwku1Rf8Iw4XLYqUu/view?usp=sharing

ATTIVITA’ POLITICA

Dopo l'elezione ho accantonato ogni impegno professionale per dedicarmi a tempo pieno alla politica facendo tesoro delle mie competenze ed esperienze professionali sul campo e con l’impegno e la dedizione che sono solito mettere in tutto ciò che faccio.
Di me dicono che sono uno “stacanovista”, perché ho partecipato al 100% delle sedute Assembleari senza mai fare un’assenza e sono firmatario di 239 atti istituzionali, tra cui 32 proposte di legge (di cui 20 approvate), 2 proposte di atto amministrativo (1 approvata), 1 proposta di legge alle Camere (approvata), 82 mozioni (di cui 57 approvate), 10 ordini del giorno (di cui 9 approvati), 44 risoluzioni (di cui 37 approvate) e 68 interrogazioni, ma io mi considero solo un idealista appassionato e concreto che trova soddisfazione nel realizzare gli obiettivi prefissati con i migliori risultati possibili.
Le 32 proposte di legge da me presentate (di cui 20 come primo firmatario) sono la traduzione coerente e concreta delle mie battaglie sul campo in tema di ambiente, sanità, territorio, fisco, lavoro, diritti dei cittadini.
In particolare mi sono battuto contro la combustione del CSS nei cementifici, contro gli inceneritori, per il progressivo bando della plastica monouso, per la defiscalizzazione come incentivo alla raccolta differenziata, contro l’uso dei pesticidi e del glifosato, per regolamentare l’uso dei fanghi usati in agricoltura, per le agevolazioni alla realizzazione del compostaggio aerobico, per il potenziamento delle strutture sanitarie ed in particolare per il mantenimento dei presidi sanitari di Tolentino, Recanati e Cingoli, per l'esenzione del ticket nei casi di violenza di genere, per i diritti dei pazient

Facebook photo

Facebook photo

#Bisonninforma
A volte i numeri parlano.
Breve resoconto della mia attività in questi 5 anni di legislatura.

🔴🔴🔴 ACQUE REFLUE DA PERCOLATO IN FOGNA: ULTIMO VERGOGNOSO ATTO (firmatari Cesetti e Giacinti).
A volte fare nomi e cognomi è un dovere.
Buona visione.

Chiunque, al di là delle proprie posizioni politiche, riconosce Nelia Calvigioni come una brava amministratrice, la mozione di sfiducia nei suoi confronti va ritirata.

Un'eccellenza in provincia di Macerata.

#Bisonninforma

Oggi 173° seduta del Consiglio regionale, ultima di questa legislatura.

Sono stato sempre presente (0% di assenze) e ho sempre partecipato cercando di mettere a disposizione di tutti la mia preparazione e la mia competenza sempre per il bene della Comunità marchigiana.

Auspico che le mie tantissime iniziative approvate abbiano una grande incidenza negli anni futuri.

Senza false ipocrisie, posso dire in onestà di essere molto soddisfatto del lavoro che ho svolto in questi anni sia per l'importante mole di atti approvati sia perché ritengo di aver svolto il mio compito sempre con il massimo impegno, onore e dignità.

Facebook photo

#Bisonninforma
🟢🟢 PARCHI DELLA MEMORIA STORICA DELLA RESISTENZA

Sono veramente contento che oggi il Consiglio regionale delle Marche abbia regalato al nostro territorio ben 5 parchi della memoria storica della resistenza partigiana, tra questi quello da me proposto relativo all'area dei Monti San Vicino e Cainfaito su segnalazione dell'ANPI di Matelica e dell'amico Danilo Baldini, a loro e all'ANPI provinciale e Regionale va il mio ringraziamento per l'enorme lavoro svolto nella massima collaborazione. Un ringraziamento anche a tutte le amministrazioni comunali che prontamente e positivamente hanno risposto alla mia sollecitazione Indipendentemente dal loro colore politico a dimostrazione del fatto che l'istituzione di questi luoghi della memoria è universalmente condivisa. Molti altri luoghi sono ugualmente importanti e meritevoli di un pari riconoscimento, questo sarà possibile farlo in futuro in quanto la legge è aperta ad ulteriori aggiustamenti; si tratta pertanto di un buon inizio partendo dai luoghi che l'ANPI regionale ha segnalato come prioritari.

Facebook photo

In questo momento al tavolo con le rappresentanze sindacali per affrontare il delicato tema occupazionale dei lavoratori del gruppo Auchan.

Facebook photo

In base a questo sondaggio pubblicato sul corriere della sera, Europa Verde è il 6° partito italiano al 2,9%. La consapevolezza della necessità di un partito veramente ambientalista è ancora lunga ma qualcosa finalmente si sta muovendo. Possiamo solo crescere!

Facebook photo

Questa sera cena di pesce.

Facebook photo

#Bisonninforma

NUOVA DISCARICA PROVINCIA DI MACERATA

L' Assemblea dei SINDACI dell' ATA 3 nella scorsa seduta ha approvato i criteri localizzativi della nuova discarica provinciale.
A seguito dei criteri approvati i primi 8 siti idonei ad accogliere la nuova discarica sono: Corridonia (2 siti), Recanati (2 siti), Camerino (1 sito), Pollenza (1 sito), Macerata (1 sito) e Sant'Angelo in Pontano (1 sito); seguono altri siti possibili tra cui quello di Montefano.
Va precisato che il sito definitivo non è ancora stato deciso e che queste rappresentano delle candidature.
Da parte mia continuerò a seguire con attenzione tutto l'iter autorizzativo ed ad informare prontamente i cittadini.

Facebook photo

#Bisonninforma
🟢🟢 UN ALBERO PER OGNI MARCHIGIANO

La lotta al cambiamento climatico passa anche per la piantumazione di nuovi alberi. La mia mozione appena approvata prevede che ne siano piantati 1,5 milioni, ossia uno per ogni marchigiano.
Inoltre dovrà essere realizzato un catasto degli alberi piantati in collaborazion con i Comuni.
Un passo avanti nella giusta direzione.

Ora a Colmurano con Giobbe Covatta per parlare di emergenza climatica.

Facebook photo

Bellissima iniziativa promossa da Legambiente per la difesa dell' area protetta le tre case, insieme a tanti volontari a cui va il mio ringraziamento Bper il magnifico lavoro di tutti i giorni.

Facebook photo

Aumentano i comuni che chiedono l'applicazione del principio di precauzione sul 5G. Nelle Marche, anche a seguito della mia mozione approvata in Consiglio regionale, i Comuni che vogliono vederci chiaro sono molti. Ecco la mappa.

#Bisonninforma
🟢🟢 ESTENSIONE DEI BENEFICI ECONOMICI ALL'ENTROTERRA MARCHIGIANO

Il territorio regionale oltre ad essere stato interessato dai terremoti del 2016 e del 2017, sta attraversando una pesante crisi determinata dalla recente emergenza sanitaria, con inevitabili conseguenze economiche e sociali.

Le aree interne sono state già fortemente compromesse dai problemi endemici legati allo spopolamento e alla flessione di alcuni settori produttivi, strategici nell’ambito di questo contesto geografico. Occorrono interventi mirati che ridiano respiro all’economia e affrontino i problemi nella loro specificità.

La mozione approvata impegna ad estendere i benefici delle misure Resto al Sud e Smart & Start a tutte le aree interne marchigiane ma contemporaneamente ad aumentare in maniera proporzionale le risorse economiche a queste misure destinate.

#Bisonninforma
# la competenza al tuo servizio.
Ho deciso di mettere a disposizione la mia esperienza di questi 5 anni di legislatura per la lista Rinasci Marche, spero con il sostegno di molti.

Facebook photo

#Bisonninforma
🟢🟢 TOLENTINO -SAN SEVERINO ALLO STUDIO UN NUOVO TRACCIATO
Il primo tracciato proposto era nei fatti già fermo prima di iniziare, per il lievitarsi continuo delle risorse richieste poiché all'appello ad oggi mancano oltre 20 milioni di euro; con questo nuovo tracciato meno impattante, più funzionale e più economico finalmente potremo dare corso ad un'opera che da anni le nostre comunità aspettano. Il secondo tracciato proposto prevede costi molto più contenuti e questo permetterà di realizzare altre importanti infrastrutture quali ad esempio il ponte dell'addolorata a Tolentino e il ponte dell'intagliata a San Severino Marche. Si proceda dunque velocemente per la realizzazione di questa importante opera.

#Bisonninforma
🟢🟢 APPROVATA LA MIA MOZIONE DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE CON ANIMALI D'AFFEZIONE
200 euro per ogni cane e di 100 euro per ogni gatto, “un “Buono Spesa Animali” annuo da 500 euro per le persone con reddito inferiore a 8.000 euro, per l’acquisto di cibo, farmaci e spese veterinarie e un “Buono adozioni - Quattrozampe Social Card” una tantum per coloro che adottano un animale da un canile o da un gattile. Il valore, in base a quanto da me proposto , sarà di 1.000 euro per adottanti con redditi fino a 55.000 euro e di 500 euro per adottanti con redditi oltre i 55.001 euro.

Finalmente un po' di ragionevolezza.
Aperto il confronto per un secondo tracciato meno impattante, più funzionale e più economico.
Mesi or sono, per primo denunciai pubblicamente che il tracciato proposto non andava bene, oggi finalmente se ne siano accorti tutti e questo non può che rendermi felice.
Bene così e avanti velocemente per la realizzazione di questa opera.

🔴🔴 CACCIA: TUTTO DA RIFARE
Sul tema della caccia le politiche di questa legislatura sono state alquanto deludenti.
Anche questa ultima ancora di salvataggio che avevo lanciato all'Assessore competente è caduta nel vuoto.
Vista l'emergenza Covid si poteva evitare di lasciare aperta la caccia nei fine settimana anche per favorire e tutelare i tanti turisti che in questi giorni stanno apprezzando il nostro entroterra.
L'ennesima occasione sprecata, per i prossimi 5 anni speriamo che si cambi completamente registro.

In Italia qualsiasi movimento o associazione che persegue o esalti principi o metodi fascisti sono vietate e che l'apologia del fascismo è un reato penale. L’ANPI ha siglato un protocollo d’intesa con il MIUR per offrire alla scuole di ogni ordine e grado un sostegno alla formazione storica e uno sviluppo di un modello di una cittadinanza attiva. L’episodio accaduto durante il convegno dell’ANPI presso il liceo scientifico di Civitanova Marche lo scorso 28 novembre, è gravissimo e assolutamente da condannare, così come tutte le forze politiche presenti in Aula dovrebbero stigmatizzare gesti di questo stampo, in quanto potrebbero portare a situazioni più gravi e più difficili da gestire.

Questa mozione è conseguente a tutta una serie di azioni che in questi 5 anni ho cercato di portare avanti per lo sviluppo e la crescita delle aree interne che rappresentano un patrimonio per la nostra comunità, un patrimonio che ha bisogno di essere valorizzato con gli strumenti a disposizione della Regione che deve farsi parte attiva per il suo sviluppo economico, turistico e sociale. Esistono già due strumenti di finanziamento “Resto al Sud” (risorse destinate alle aree del sud della Regione e colpite dal terremoto del 2016) e “Smart & Start” incentivi dedicati alla nascita e alla crescita delle start up innovative ad alto contenuto tecnologico. Ai tre terremoti ora si è aggiunto il peso dell’emergenza COVID, eventi che hanno compromesso ulteriormente una situazione di problemi che considero endemici per quelle zone; con questo atto faccio richiesta affinché queste misure siano estese a tutti i Comuni delle aree interne che non godono di questi benefici ma che contemporaneamente le risorse siano aumentate in maniera adeguata.

Anticipo che non sono d’accordo con le premesse di questa mozione, la legge del ’78 fu concepita per contrastare un grave fenomeno diffuso a quell'epoca rappresentato dalla pratica dell’aborto clandestino. Riconosco però che la finalità dell’atto è condivisibile in quanto impegna la Giunta a sostenere anche finanziariamente la campagne di informazione e sensibilizzazione nei confronti delle donne misure, tra l'altro, già contenute nella legge del ’78.

Oggi l'Assemblea legislativa regionale ha approvato la mia mozione che chiede di garantire nelle ore diurne l’attività H12 del Punto di primo intervento di Tolentino, tramite l’impiego di personale medico da utilizzare esclusivamente per questa funzione.
Ad oggi infatti il PPI di Tolentino, mantenuto in vita contro le disposizioni del DM 70/2015 grazie anche ad una mia iniziativa che chiedeva la deroga per i territori terremotati, funziona solo grazie alla collaborazione dei medici di reparto che all'occorrenza vengono chiamati al PPI, medici che ovviamente si vedono costretti a lasciare temporaneamente i loro compiti in ambulatorio o nel reparto di appartenenza.
Con questa mozione si chiede, anche tramite concorso, di impiegare personale medico specializzato nell'emergenza che almeno nelle ore diurne (di notte l'assistenza è garantita dal personale del 118) sia esclusivamente dedito a tale funzione.
In pratica mentre ora andando al PPI spesso trovate solo un infermiere e poi viene chiamato il medico ospedaliero che lascia il reparto o l'ambulatorio, in futuro ci sarà un medico dell'emergenza sempre presente, liberando così medico ospedaliero che potrà continuare indisturbato il suo lavoro.
Con questa mozione, il PPI di Tolentino non solo resterà in funzione ma lo farà con del personale medico dedicato. Un servizio in più a favore dei cittadini e del territorio.

Condivido pienamente questa mozione che chiede di stabilire un riconoscimento economico di carattere straordinario a tutti i dipendenti farmacisti, come remunerazione del disagio e del rischio a cui sono stati sottoposti a causa dell’emergenza epidemiologica COVID-19; aggiungo che personalmente credo che un tale riconoscimento debba essere assegnato a tante altre categorie che hanno avuto analogamente situazioni di disagio e privazioni.

#Bisonninforma
🟢 Una buona notizia.
A seguito della segnalazione dell'amico Franco Calisti (che ringrazio) della società Bocciofila di Matelica, ho sollecitato il Presidente Luca Ceriscioli affinché emettesse una ordinanza per permettere nei circoli, nei bar, nelle bocciofile, ecc la lettura dei giornali e il gioco delle carte al pari di quanto già avviene in Toscana e in Emilia Romagna.
Devo ringraziare il Presidente Ceriscioli per la sensibilità e la tempestività nel realizzare l'atto (decreto n. 211 del 09/07/2020)
Sembra poco ma per i nostri anziani (e non solo) quello del gioco delle carte e della lettura del quotidiano al bar è un momento di socialità importante a cui molti erano abituati e anche affezionati.
Aver restituito loro questa ritualità è un passo importante verso il ritorno alla normalità.

Facebook photo

🟢🟢 APPROVATA LA MIA MOZIONE DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE CON ANIMALI D'AFFEZIONE
200 euro per ogni cane e di 100 euro per ogni gatto, “un “Buono Spesa Animali” annuo da 500 euro per le persone con reddito inferiore a 8.000 euro, per l’acquisto di cibo, farmaci e spese veterinarie e un “Buono adozioni - Quattrozampe Social Card” una tantum per coloro che adottano un animale da un canile o da un gattile. Il valore, in base a quanto da me proposto , sarà di 1.000 euro per adottanti con redditi fino a 55.000 euro e di 500 euro per adottanti con redditi oltre i 55.001 euro.

🔴🔴🔴 CHE FINE HA FATTO LA DEMOCRAZIA IN ITALIA?

Il decreto semplificazioni è una vera e propria porcata.
Con la scusa di semplificare cadono la maggior parte delle tutele ambientali che fino ad oggi hanno permesso, tutto sommato, di tutelare il nostro meraviglioso Paese.
Sul 5G in particolar modo si è arrivati praticamente a commissariare tutti i Sindaci d'Italia che non potranno più opporsi alla sua installazione.
Al di là di come la si pensi, questo rappresenta un vero e proprio attacco alle istituzioni democratiche.
I cittadini non avranno più strumenti per opporsi alle antenne selvagge e nemmeno i Sindaci potranno più farlo.
Questa non è modernizzazione, questa è semplicemente la difesa degli interessi economici delle multinazionali sopra la pelle dei cittadini.
Non ci resta che ringraziare il governo.
#vergogna

🟢🟢 PUNTO DI PRIMO INTERVENTO DI TOLENTINO - UNA BUONA NOTIZIA
Oggi l'Assemblea legislativa regionale ha approvato la mia mozione che chiede di garantire nelle ore diurne l’attività H12 del Punto di primo intervento di Tolentino, tramite l’impiego di personale medico da utilizzare esclusivamente per questa funzione.

Ad oggi infatti il PPI di Tolentino, mantenuto in vita contro le disposizioni del DM 70/2015 grazie anche ad una mia iniziativa che chiedeva la deroga per i territori terremotati, funziona solo grazie alla collaborazione dei medici di reparto che all'occorrenza vengono chiamati al PPI, medici che ovviamente si vedono costretti a lasciare temporaneamente i loro compiti in ambulatorio o nel reparto di appartenenza.

Con questa mozione si chiede, anche tramite concorso, di impiegare personale medico specializzato nell'emergenza che almeno nelle ore diurne (di notte l'assistenza è garantita dal personale del 118) sia esclusivamente dedito a tale funzione.
In pratica mentre ora andando al PPI spesso trovate solo un infermiere e poi viene chiamato il medico ospedaliero che lascia il reparto o l'ambulatorio, in futuro ci sarà un medico dell'emergenza sempre presente, liberando così medico ospedaliero che potrà continuare indisturbato il suo lavoro.

Con questa mozione, il PPI di Tolentino non solo resterà in funzione ma lo farà con del personale medico dedicato. Un servizio in più a favore dei cittadini e del territorio.

#Bisonninforma
🟢🟢 PUNTO DI PRIMO INTERVENTO DI TOLENTINO - UNA BUONA NOTIZIA
Oggi l'Assemblea legislativa regionale ha approvato la mia mozione che chiede di garantire nelle ore diurne l’attività H12 del Punto di primo intervento di Tolentino, tramite l’impiego di personale medico da utilizzare esclusivamente per questa funzione.

Ad oggi infatti il PPI di Tolentino, mantenuto in vita contro le disposizioni del DM 70/2015 grazie anche ad una mia iniziativa che chiedeva la deroga per i territori terremotati, funziona solo grazie alla collaborazione dei medici di reparto che all'occorrenza vengono chiamati al PPI, medici che ovviamente si vedono costretti a lasciare temporaneamente i loro compiti in ambulatorio o nel reparto di appartenenza.

Con questa mozione si chiede, anche tramite concorso, di impiegare personale medico specializzato nell'emergenza che almeno nelle ore diurne (di notte l'assistenza è garantita dal personale del 118) sia esclusivamente dedito a tale funzione.
In pratica mentre ora andando al PPI spesso trovate solo un infermiere e poi viene chiamato il medico ospedaliero che lascia il reparto o l'ambulatorio, in futuro ci sarà un medico dell'emergenza sempre presente, liberando così medico ospedaliero che potrà continuare indisturbato il suo lavoro.

Con questa mozione, il PPI di Tolentino non solo resterà in funzione ma lo farà con del personale medico dedicato. Un servizio in più a favore dei cittadini e del territorio.

Facebook photo

#Bisonninforma
🔴🔴🔴 NUOVA DISCARICA IN PROVINCIA DI MACERATA

In data 26 giugno si è svolta l'Assemblea dei Sindaci dell' ATA 3 per decidere dei criteri localizzativi della nuova discarica in Provincia di Macerata.
Ricordo che precedentemente in data 19 giugno l'Assemblea si è svolta senza permettere ai cittadini di seguire la diretta.
L'Assemblea successiva, ossia quella del 26 giugno (forse anche grazie alle mie segnalazioni agli enti preposti?), si è svolta permettendo di seguire la diretta, ma con procedure tramite registrazione personalizzata e non tramite diretta streaming.

Pensando di fare un servizio pubblico, considerato che per sua natura l'Assemblea è pubblica, ho provveduto in un primo tempo a pubblicare la registrazione dell'Assemblea.
Sono stato immediatamente raggiunto da un invito che mi chiedeva "cortesemente" di togliere tale filmato in quanto non ero stato autorizzato a divulgarlo.
Ho così provveduto provvisoriamente a nascondere il post e contemporaneamente ho eseguito delle verifiche legali dalle quali è risultata la piena legittimità della mia azione.
A quel punto mi hanno detto che, in ogni caso, non sarebbe stato opportuno.

Sinceramente non riesco a comprendere come non sia opportuno far conoscere ai cittadini quello che i loro Sindaci decido su un tema così delicato come quello di una nuova discarica.
Ripropongo pertanto l'intero filmato dell'Assemblea mettendolo a disposizione di tutti, affinché tutti possano essere informati e farsi una propria opinione.

Buona visione.
#istituzionicasadicristallo

MODIFICA ALLA LEGGE ELETTORALE, SPIEGATA IN DUE PAROLE
E' giusto poter giocare due partite quando tutti gli altri ne possono giocare solo una?
E' evidente, infatti, che il candidato presidente gode di una visibilità che gli altri 30 candidati consiglieri non hanno. Se al singolo si concede il vantaggio di candidarsi anche a consigliere regionale, la partita è tutta a suo favore. La proposta, quindi, nasce nel 2019 da un principio di giustizia, volto ad eliminare un privilegio. Chi si è detto contrario, di fatto ha difeso i privilegi dei soliti politici che non vivono d’altro e che impediscono il ricambio generazionale e il rinnovamento.
Altro obiettivo dell’atto approvato, quello di incoraggiare (senza costringere nessuno) le coalizioni, perché venendo meno la garanzia della poltrona il candidato presidente della listarella non ha più interesse a correre in solitaria.
Sono quindi molto soddisfatto che l'aula abbia riconosciuto, approvando la legge, la validità di questa proposta, quello che è assurdo per non dire ipocrita, è l'averla approvata con applicazione fra 5 anni.
Sono pronto a scommettere che tutti coloro che fino a ieri si strappavano i capelli gridando allo scandalo e al furto di democrazia, annunciando ricorsi o azioni legali, da domani se ne disinteresseranno e questo semplicemente perché con l'applicazione fra 5 anni, inutile ipocrisia, non si va più ad incidere sul loro privilegio e sulla loro poltrona.Unica cosa di loro esclusivo interesse!

Facebook photo

MODIFICA ALLA LEGGE ELETTORALE, SPIEGATA IN DUE PAROLE
E' giusto poter giocare due partite quando tutti gli altri ne possono giocare solo una?
E' evidente, infatti, che il candidato presidente gode di una visibilità che gli altri 30 candidati consiglieri non hanno. Se al singolo si concede il vantaggio di candidarsi anche a consigliere regionale, la partita è tutta a suo favore. La proposta, quindi, nasce nel 2019 da un principio di giustizia, volto ad eliminare un privilegio. Chi si è detto contrario, di fatto ha difeso i privilegi dei soliti politici che non vivono d’altro e che impediscono il ricambio generazionale e il rinnovamento.
Altro obiettivo dell’atto approvato, quello di incoraggiare (senza costringere nessuno) le coalizioni, perché venendo meno la garanzia della poltrona il candidato presidente della listarella non ha più interesse a correre in solitaria.
Sono quindi molto soddisfatto che l'aula abbia riconosciuto, approvando la legge, la validità di questa proposta, quello che è assurdo per non dire ipocrita, è l'averla approvata con applicazione fra 5 anni.
Sono pronto a scommettere che tutti coloro che fino a ieri si strappavano i capelli gridando allo scandalo e al furto di democrazia, annunciando ricorsi o azioni legali, da domani se ne disinteresseranno e questo semplicemente perché con l'applicazione fra 5 anni, inutile ipocrisia, non si va più ad incidere sul loro privilegio e sulla loro poltrona.Unica cosa di loro esclusivo interesse!

Facebook photo